Cherasco Storia

Cherasco-arco_di_belvedere2

PREMIO NAZIONALE CHERASCO STORIA: UN PREMIO ALL’AMORE PER LA STORIA

Il Premio Nazionale “Cherasco Storia”, fondato nel 1997, considera e premia, a libera scelta di una selezionata e prestigiosa giuria, opere dell’ultimo biennio di autori italiani e stranieri (in questo caso tradotte e pubblicate in Italia) che trattino temi storici e mostrino due caratteristiche fondamentali, il rigore scientifico e la qualità della scrittura.

Giunto alla sua 17^ edizione, il Premio è caratterizzato da una specifica attenzione alla forma della comunicazione scientifica della storia, dall’antichità all’epoca contemporanea. Non è riservato a opere di divulgazione, ma è aperto a quei libri che aggiungano alla novità dei contenuti e al rigore della trattazione una chiarezza espositiva che li renda immediatamente accessibili al pubblico colto e specialmente a quello degli studenti.

Il Premio Nazionale “Cherasco Storia” si propone infatti di esaltare la storia come disciplina fondamentale di ogni convivenza civile e di favorire nei giovani la passione per la ricerca e l’indagine approfondita del passato, con la consapevolezza di poter comunicare l’amore per la storia solo attraverso un linguaggio limpido e accattivante e una ricerca seria, approfondita e divulgata in modo persuasivo.

A questo proposito, nell’ambito del Premio è stato istituito il “Progetto Scuole”: ogni anno l’opera premiata viene fornita agli studenti dei licei piemontesi partecipanti come base per uno studio che si conclude con una discussione diretta con l’autore stesso nella mattinata che precede la cerimonia ufficiale di consegna del Premio. Una commissione di docenti è inoltre incaricata di premiare gli studenti più meritevoli tra quelli coinvolti nel progetto attraverso l’assegnazione di alcune borse di studio erogate da istituzioni e sponsor che riconoscono l’importanza culturale di questo Premio.

Accanto al Premio Nazionale “Cherasco Storia”, ogni anno la Fondazione De Benedetti Cherasco 1547 assegna un ulteriore riconoscimento per i meriti nella divulgazione storica a una personalità del mondo del giornalismo o della cultura.

PROGRAMMA 2019

Venerdì 10 maggio 2019
ore 15,00: CASTELLO VISCONTEO DI CHERASCO
Johann Chapoutot vincitore del Premio «Cherasco Storia 2019» per l’opera
Il nazismo e l’antichità”, incontra studenti ed insegnanti dei corsi ESABAC

 “Lectio Magistralis” in lingua francese.

Sabato 11 maggio 2019
ore 9,00: CASTELLO VISCONTEO DI CHERASCO
Johann Chapoutot vincitore del Premio «Cherasco Storia 2019» per l’opera
Il nazismo e l’antichità”, incontra studenti ed insegnanti.

 “Lectio Magistralis” in lingua inglese.

ore 15,00: CASTELLO VISCONTEO DI CHERASCO

Alla presenza del Presidente della Regione Piemonte Sergio Chiamparino 

Consegna del Premio Nazionale 

«Cherasco Storia» edizione 2019 

Johann Chapoutot con lettura delle motivazioni.

Consegna del Premio Nazionale 

«Cherasco Storia “Gianni Perona” alla carriera» 

Charles S. Maier con lettura delle motivazioni.

Consegna del Premio Nazionale 

«Cherasco Storia per la divulgazione storica mediante la cinematografia» edizione 2019 

Liliana Cavani con lettura delle motivazioni.

Assegnazione borse di studio agli studenti

Visita all’installazione curata da Vistaesuono19 in occasione del Premio “Cherasco Storia”

Il“Nazismo e l’antichità” interpretata da Vistaesuono

Da anni collabora con il Premio Cherasco Storia e anche quest’anno sarà presente “Vistaesuono”, iniziativa curata da Emanuela Genesio e Danilo Manassero. Un mix di eventi – esposizioni, performance, talk – che esaltano la cultura del contemporaneo e la creatività dell’arte in rapporto con la storia. In questa edizione del Premio, Il nazismo e l’antichità di Johann Chapoutot diventa l’installazione visivo-sonora all’interno della Chiesa di San Gregorio.

Inaugurazione sabato 11 maggio a seguito della cerimonia del Premio Cherasco Storia.

www.vistaesuono.org

La Fondazione De Benedetti – Cherasco 1547 (ONLUS)

è stata costituita il 14 giugno 2002 con lo scopo di:

  • ricordare Gian Giacomo De Benedetti;
  • esprimere riconoscenza alla Città di Cherasco, che sin dal lontano 1547 ha accolto tra le sue mura tante famiglie ebraiche, tra le quali anche la famiglia De Benedetti;
  • mantenere un legame culturale con la Francia nel ricordo dell’armistizio firmato a Cherasco tra la francia rivoluzionaria ed il Regno di Sardegna il 28 aprile 1796;
  • sviluppare il legame con lo Stato di Israele, iniziato attraverso il gemellaggio di Cherasco con la città di Qiryat Gat.

www.cherasco1547.org